don FeliceQuesto nostro Notiziario, che puntualmente vi rechiamo a domicilio, ci è molto caro perché
risponde alle scelte pastorali di una Comunità in sintonia con le indicazioni della Chiesa di oggi. Esso vuol essere un piccolo strumento che ci aiuta ad alimentare la comunione tra noi per andare verso gli altri. Questo opuscolo impegna molte delle nostre forze pastorali ed economiche, ma lo facciamo volentieri, tre volte l’anno e da oltre trent’anni. Penso che questo sia, per ora, lo strumento con cui la Parrocchia viva maggiormente la sua “uscita verso l’esterno” ... come indica Papa Francesco.
Esso è recato da una trentina di volontari a tutte le famiglie residenti sul territorio, senza alcuna distinzione di religione o di tendenza sociale...

Cerchiamo di portare sempre notizie buone e sincere... Non ci siamo ancora stancati, né tantomeno pentiti. Vorremmo solo tentare di realizzare ciò che ci suggerisce Gesù con la Parabola del Seminatore, cioè “seminare” il Buon Seme del Vangelo; e i frutti verranno... quando Dio vorrà. In questo numero intanto, daremo spazio soprattutto al tema che abbiamo scelto per questo anno pastorale: “La Parola di Dio prima di ogni cosa”!
Questo numero è il primo nella nuova presenza in diocesi del Vescovo Ovidio e il primo dopo la partenza prevista del Vescovo Emerito Carlo, e con lui del nostro Don Matteo: destinazione per ambedue la loro Diocesi d’origine che è Bergamo. A loro vadano le nostre preghiere ed il nostro grazie per ciò che hanno fatto per la crescita spirituale della nostra comunità.
Riflettendo sulla vita nella parrocchia in questi ultimi mesi con alcuni momenti un poco difficili, vorrei rendere grazie a Dio ed alla Madonna di Fatima, per la particolare gioia che a molti di noi ha recato, sia nella emozionante fiaccolata del 13 Maggio nel nostro parco, sia nell’intenso e proficuo pellegrinaggio parrocchiale, un mese fa.
Personalmente continuo a ringraziare il Signore che sempre riempie la mia ormai lunga vita sacerdotale di tante gratificazioni fisiche e spirituali, insieme naturalmente a qualche inevitabile sofferenza, compresa quella di non avere più le forze sufficienti per arrivare a tutti e a tutto; grazie a Dio, però, alla presenza fedele e discreta del Diacono Pierino e di molte persone che dedicano tempo e forze alla comunità, fa sì che la Parrocchia sia “sempre più aperta e sempre più viva”. L’ultimo significativo dono mi è giunto a sorpresa in questi giorni, quando un consistente gruppo di adulti e giovani si è spontaneamente offerto per fare turni di sorveglianza notturna all’ampia struttura del complesso parrocchiale. Questo a significare che i laici cristiani vogliono prendersi responsabilità concrete anche a riguardo delle strutture comunitarie e del parroco che vi abita da solo.
Allora, nella paziente attesa che il Vescovo, molto attento anche a questa nostra parrocchia, possa trovare un altro sostegno sacerdotale per servire meglio questa popolosa comunità, saluto di cuore tutti voi.
Fidenza, 25 settembre 2017

firmafelice2

 

       

Cerca nella Bibbia

Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:
Domenica, 22 Ottobre 2017

Chi è online

Abbiamo 55 visitatori e nessun utente online

Contatore Visite

124889
Oggi278
Ieri386
Questa Settimana2910
Questo Mese8525
Totale124889