Carissimi fratelli e sorelle.
Ho il cuore ancora gonfio di gioia e di commozione per il grande dono accordatomi dal Santo Padre durante l’udienza generale di mercoledì 26 agosto, con la sua paterna benedizione per i miei 50 anni di sacerdozio; nel contempo mi ha affidato l’incarico - che tanto mi onora - di salutare il nostro Vescovo e i diocesani tutti, i pellegrini che erano presenti con me e tutti i miei parrocchiani. “Fidenza? Ma io ci sono stato: ricordo la bellissima cattedrale. Ma… Fidenza non si chiama anche Borgo San Donnino?”. Sono queste alcune delle battute durante il breve e cordialissimo incontro personale. “Grazie di tutto Santo Padre”.
Approfitto del nuovo giornalino e anche del conseguente sito internet per esprimere, in occasione del mio “giubileo sacerdotale”, a tutte le persone incontrate sulla strada della vocazione, i sentimenti di gioia e di riconoscenza a Dio ed a tutti voi amici della mia vita. In particolare ai miei famigliari, alla mia diocesi, ai fedeli delle parrocchie di San Vittore, Ragazzola, San Michele, Siccomonte e San Giuseppe; ai numerosissimi giovani incontrati al Centro Don Bosco e negli Istituti scolastici in cui ho insegnato religione. Vorrei abbracciare tutti, uno per uno, per dire, ancora dopo tanti anni, la felicità di essere prete.
Dico Grazie a Dio, alla Madonna ed a San Giuseppe; dico Grazie al mio papà Pietro, alla mia mamma Rosa, a mia sorella Pierina ed a tutti i famigliari vivi e defunti, in particolare al fratello Don Celeste; dico grazie al vecchio Parroco di San Vittore, Don Pietro Maria Botti che mi ha battezzato e avviato al seminario con la collaborazione della Maestra Eva Zanangeli, al Vescovo Paolo Rota che mi ha ordinato sacerdote e a tutti i vescovi e presbiteri incontrati sulla mia strada di prete. Purtroppo non posso qui ricordare singolarmente tutte le persone che hanno avuto un posto importante nella mia vita di sacerdote; ma nel cuore ci sono ancora tutte, e tutte le porto spesso all’altare; lo farò soprattutto quando celebrerò la Messa Giubilare dei 50 anni di Sacerdozio, l’11 ottobre prossimo.
Ho accettato volentieri questa celebrazione che la Comunità di San Giuseppe mi ha voluto offrire poco dopo quella bellissima del mio 25° di parrocchia nel Maggio scorso, perché sia festeggiato il Sacramento del Sacerdozio e non certo la mia persona. L’Ordine Sacro, come si usa dire, non mi appartiene: perché è e rimane solo di Cristo ed è solo a favore della Chiesa universale, cui con grande gioia ed amore mi glorio di appartenere, attraverso il concreto inserimento e servizio nella Chiesa locale che è in Fidenza.
Le celebrazioni che la mia amata parrocchia sta preparando per questo avvenimento, siano dunque soltanto occasione per dire grazie al Signore per tutti i sacerdoti e soprattutto per lanciare un messaggio ai giovani sulla bellezza di consacrare a Dio la propria vita volta a guidare le comunità e per offrire a tutti la forza della Parola e dei Sacramenti. Tutto questo acquista maggior bellezza se pensiamo che questo avvenimento cade provvidenzialmente nell’anno che la Chiesa dedica al “Sacerdozio” per il 150° anniversario della morte del grande Santo Curato d’Ars, patrono dei parroci.
Infine, è per me motivo di immensa gioia che dalle Missioni dell’India, cui sono molto legato attraverso Madre Maria e Padre Matteo, recenti ospiti a Fidenza, si eleverà in contemporanea a noi in quello stesso giorno, l’inno del ringraziamento a Dio e la forza della festa con pranzo da noi offerto, per la felicità dei missionari e soprattutto per quella di oltre mille bambini indiani ospiti nelle “nostre” Missioni.
Dico ancora Grazie di cuore a tutti e chiedo perdono per quando, con il mio esempio poco sacerdotale ed i miei peccati, specie quelli di omissione, avessi recato delusione e sofferenza a qualcuno.
Auguro a tutti la felicità che il Buon Dio continua a concedere a me.

Programma per il 50° di Ordinazione e di prima messa

don Felice celebra al Cenacolo a Gerusalemme
don Felice celebra al Cenacolo a Gerusalemme

MARTEDI’ 6 OTTOBRE: SERATA SACERDOTALE

Ore 21 in chiesa: Veglia di preghiera, di testimonianze e di festa su: “Il dono del Sacerdozio”:

  • don Felice offrirà a Dio il suo Grazie per 50 anni da prete
  • testimonianze di don Alexis e di don Elieser sulla loro vocazione
  • presentazione del libro di Don Felice “Prove di Paradiso” (il Canto nella Bibbia)
  • intervento e benedizione del Vescovo.
I vari momenti saranno intervallati da preghiere, suoni e canti su temi sacerdotali.


Il Vescovo ha espresso il desiderio che a questa veglia sacerdotale siano invitate anche le parrocchie della città, perché è l’Anno Sacerdotale per tutti e perchè Don Felice in questi 50 anni ha sempre operato in diverse realtà pastorali della città.

DOMENICA 11 OTTOBRE: GIORNATA GIUBILARE

  • ore 10.30, Messa giubilare del 50° presieduta da Don Felice e accompa- gnata dalla corale “S. Donnino-Città di Fidenza”

  • ore 12.30, pranzo animato con canti e festa, presso l’Agriturismo “Il Vallone” di Rimale, che dispone di una grande sala da pranzo.

 

don Felice

Gli auguri del Vescovo per il 50° di don Felice
Auguri del Vescovo Mazza

 

       

Cerca nella Bibbia

Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:
Lunedì, 25 Settembre 2017

Chi è online

Abbiamo 30 visitatori e nessun utente online

Contatore Visite

114180
Oggi240
Ieri408
Questa Settimana240
Questo Mese8484
Totale114180