Un momento del Ritiro di Avvento
Un momento del Ritiro di Avvento

Sulla Lettera Pastorale per il 2015-2016
La Lettera è affidata a tutti i fedeli come dono del Vescovo in vista di un autentico cammino di comunione ecclesiale. In particolare è posta nelle mani dei Sacerdoti, dei Diaconi, dei Membri degli Istituti di vita consacrata, delle Associazioni e dei Movimenti perché ne facciano oggetto di meditazione, di approfondimento e di catechesi come strumento di condivisione, in unità di fede, speranza e carità.

Ascolta la relazione del Vescovo Mons. Carlo Mazza durante il Ritiro di Avvento del 29/11/2015 :
Ritiro di Avvento 2015 - parte 1


Ritiro di Avvento 2015 - parte 2

Ritiro di Avvento 2015 - parte 3

Ritiro di Avvento 2015 - parte 4


Download files mp3:

Il mantello della misericordia

Leggi di seguito i punti di riflessione

Il mantello come figura della misericordia
Di qui è ben giusto affermare che il percorso e le riflessioni della Lettera attingono la loro origine e la loro forza dal “Giubileo Straordinario della Misericordia” e dall’intensa meditazione della Bolla di indizione “Misericordiae Vultus” (11 aprile 2015). Perciò Giubileo e Lettera pastorale camminano insieme, si integrano, si alleano nel suscitare la più ampia comprensione e una più vibrante esperienza della Misericordia di Dio. Il “mantello” è la figura simbolica che rinvia all’immensa misericordia di Dio e alla nostra “misericordia” quotidiana verso il prossimo.

Dio ci aspetta sempre
E’ questa certezza della divina misericordia che ci muove verso Dio, che ci orienta a vivere il Giubileo come grazia e come dono. Si tratta allora di cambiare direzione alla nostra vita.
Come? Umilmente riconoscendo il nostro peccato. E qual è il nostro peccato? Qui si apre il cammino della “conversione” personale e comunitaria. Siamo disposti ad accogliere la misericordia di Dio nella nostra vita oppure ci “scandalizza” la sua bontà? Qui è necessario “decidersi” per Dio e varcare simbolicamente la “Porta Santa”, che è Cristo. Occorre avviarsi senza indugio verso Dio perché lui “ci aspetta sempre!”.

Convertirsi e credere al Vangelo
La Lettera Pastorale invita ad imboccare la strada di Dio e sollecita a non invalidare l’annuncio del Signore subordinandolo alle nostre occupazioni o a qualsivoglia impedimento.
Convertirsi e credere diventano i verbi del Giubileo capaci di accogliere il dono della misericordia
e seguire le orme di Gesù, attraverso una fede robusta, l’ascolto della Parola (“lectio divina”), la celebrazione del Sacramento della Penitenza, la carità solidale.

Misericordia e giustizia
Osserviamo e analizziamo alla luce della Scrittura come agisce Dio verso l’umanità e impareremo a rivedere le nostre visioni. In tal senso il Giubileo non appare solo una bella devozione, ma un forte invito a cambiare la vita, a vedere le cose dal punto di vista di Dio, a sintonizzarsi sulla sua lunghezza d’onda, sulla sua misericordia e sulla sua giustizia.
Misericordia e giustizia non sono in contraddizione o in antitesi, ma si abbracciano, si integrano, si richiamano perché non c’è misericordia senza giustizia e non c’è giustizia senza misericordia.

Perdono: atto di libertà e di gratuità
L’effetto della misericordia giubilare si manifesta nel perdono di Dio e nel nostro perdono verso chi ci ha umiliato. Quando varchi la soglia del Confessionale o quando ti accosti alla Santa Comunione, ricordati di ripulire prima la tua coscienza e la tua memoria da rancori, risentimenti, pensieri malsani. Beato chi ha il cuore puro perché vedrà Dio. Dio ci perdona sempre, forse per noi il perdono permane un atto difficile. Sempre comunque è ingaggiata la nostra libertà e rivela la capacità di dono.

L’Anno liturgico via della misericordia
Il Giubileo ci induce a rivisitare intensamente, di conoscere e di capire il ciclo liturgico annuale. Ci permette così di condividere la vita di Cristo in noi nell’abbraccio spirituale della comunità di fede. Nella Lettera pastorale sono annotate alcune considerazioni che stimolano a vivere i “tempi” liturgici con pietà e con profitto interiore. Di fatto se si intende seguire il corso temporale dell’anno liturgico è necessario concentrarsi sull’evento pasquale e vedere come viverlo ogni giorno, ma soprattutto la Domenica.

Le opere di misericordia e la vita della città
Qui va sottolineato il valore delle “opere” (spirituali e corporali). Ad esempio quelle che si riferiscono alla partecipazione attiva e responsabile alla gestione delle “istituzioni pubbliche”, ispirata dai valori cristiani, alla disponibilità a inserirsi nel volontariato, nei diversi ambiti di mutuo soccorso, nei servizi della parrocchia secondo le molteplici attività e necessità.
In realtà la misericordia trasforma la convivenza, allieta il vicinato, promuove relazioni intese per il bene comune. Forse è tempo di dedicare il nostro tempo anche al “benessere” dei cittadini, anche stranieri e qui residenti per edificare la “civiltà dell’amore”.

Una Chiesa della misericordia
Lettera pastorale e Giubileo urgono perché si possa innestare un dinamismo di misericordia che interpella la nostra esistenza personale, ma altresì il “vissuto” della nostra Chiesa e delle nostre parrocchie. Avvertiamo, come un soffio dello Spirito, il desiderio di essere più coinvolti in gesti concreti di misericordia, di compassione, di pietà, di reciproco perdono, di aiuto. Se obbediamo allo Spirito, ritroveremo la forza per superare ostacoli che sembrerebbero invalicabili. La nostra parrocchia è specchio di misericordia?

Maria, madre di misericordia
La preghiera della Salve Regina contiene due riferimenti alla “misericordia”. L’uno è un appellativo con il quale veneriamo Maria come “madre di misericordia”, l’altro è l’invocazione a Maria perché si chini su di noi con i suoi “occhi misericordiosi”. Dunque non stanchiamoci di prendere Maria come “modello” per il nostro cammino di misericordia.

 

       

Cerca nella Bibbia

Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:
Mercoledì, 22 Novembre 2017

Chi è online

Abbiamo 34 visitatori e nessun utente online

Contatore Visite

135679
Oggi101
Ieri454
Questa Settimana1009
Questo Mese7174
Totale135679